FIRENZE E PROVINCIA


L'ambito turistico che fa capo a Firenze ha ovviamente nella città capoluogo un polo d'attrazione di tale rilevanza da rendere arduo il mettere in evidenza le pur numerose attrattive e motivo di interesse del territorio circostante. Eppure, nei dintorni di Firenze è possibile seguire infiniti itinerari molto articolati sul piano tematico e dai contenuti sempre elevatissimi sia che si tratti di valori culturali, che ambientali e naturalistici. Dal punto di vista culturale ed artistico, oltre alle varie testimonianze etrusche e romane, si può constatare che opere di Beato Angelico, Della Robbia, Botticelli, Benozzo Gozzoli, Filippo Lippi, Donatello, Rossellino, Mino da Fiesole ecc. si incontrano ad ogni passo nelle chiese e nei piccoli musei dei centri minori, come pure sono frequenti gli esempi di grande architettura dovuti a Michelozzo, Giuliano da Sangallo, Leon Battista Alberti. Diverse località dei dintorni di Firenze sono note perché vi sono nati o vi hanno vissuto i personaggi famosi: a Vicchio del Mugello sono nati Giotto e Beato Angelico, a Certaldo nacque Boccaccio, a Vinci si trovano la casa natale ed il museo di Leonardo, ad Incisa Valdarno la casa paterna del Petrarca, a Figline nacque l'umanista e filosofo Marsilio Ficino, all'Albergaccio di S.Andrea in Percussina il Machiavelli scrisse "Il Principe". Un altro tema può essere quello delle Ville Medicee e dei loro giardini; a proposito dei parchi si ricorda anche quello di Villa Demidoff a Pratolino con la gigantesca statua dell'Appennino del Giambologna. Numerose località mantengono antiche pregevoli tradizioni artigianali: a Montelupo la ceramica ed il vetro, all'Impruneta il cotto, a Scarperia il ferro battuto. Un altro riferimento indissolubile legato alla Toscana ed anche a Firenze ed al suo territorio è la prestigiosa zona del Chianti con il suo tipico paesaggio collinare dove le geometrie dei vigneti determinano con il diverso orientamento dei filari, perfettamente allineati, effetti sempre diversi di colore e di luminosità. Alle vigne si alternano gli uliveti e, qua e là, file di cipressi, castelli, casolari, antiche pievi, ville e giardini. Nei centri più famosi si festeggia annualmente con manifestazioni di livello il prodotto più nobile di questa terra: il Chianti Classico. A proposito degli aspetti paesaggistici ed ambientali che caratterizzano tutto il territorio fiorentino non si può tralasciare un cenno alle zone di montagna: Vallombrosa, circondata da boschi secolari di abeti a 958 m. e la Consuma a 1.000 m. circa sulla S.S. n.70 della Casentinese.
 



 

Scandicci  città, la storia

Empolese: le terre della rinascenza

FIESOLE e zona collinare

Bagno a Ripoli

Mugello

CHIANTI FIORENTINO

Valdarno fiorentino